Il dott. Riccardo Davanzo, Presidente tavolo tecnico allattamento al Ministero della Salute, al GOM di Reggio Calabria per il "Corso di allattamento e nutrizione con latte materno" promosso dalla UOC di Neonatologia

Il dott. Riccardo Davanzo, Presidente tavolo tecnico allattamento al Ministero della Salute, al GOM di Reggio Calabria per il "Corso di allattamento e nutrizione con latte materno" promosso dalla UOC di Neonatologia

18 Marzo 2022


Il 10 e l'11 marzo, presso l'aula "Spinelli" del presidio "Riuniti" G.O.M. di Reggio Calabria si è svolto, in due edizioni, il "Corso breve di allattamento e nutrizione con latte materno", organizzato dall'U.O.C. di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale.

Responsabili scientifici del corso sono la dott.ssa Isabella Mondello, Direttore ff dell' UOC e Presidente Regionale della Società Italiana di Neonatologia sezione Calabria, ed il dott. Riccardo Davanzo, Presidente del tavolo tecnico allattamento al Ministero della Salute e Presidente della Commissione Nazionale Allattamento della Società Italiana di Neonatologia.

Il corso è destinato a medici pediatri e neonatologi ospedalieri e del Territorio, al personale infermieristico ed ostetrico dei centri di Neonatologia ed Ostetricia Hub e Spoke. "Obiettivo del corso - spiega la dott.ssa Isabella Mondello - è quello di promuovere, proteggere e sostenere l'allattamento al seno e questo si riesce a fare se si  parla tutti la stessa lingua e si lavora in sinergia. La promozione del latte materno - continua - inizia in Ospedale dove tutti gli operatori sanitari devono svolgere al meglio il proprio ruolo promovente, esprimendosi tutti allo stesso modo e lavorando in sinergia e continua dopo la dimissione, su tutto territorio. Ecco quindi il ruolo importante dei pediatri di famiglia, dei servizi territoriali e di tutti coloro che ruotano attorno alla donna ed alla sua famiglia. Risulta importantissimo diffondere la cultura dell'allattamento che deve coinvolgere non solo il personale sanitario ma anche i laici".

Durante il corso si è parlato di fisiologia dell'allattamento e di tutte le possibili problematiche legate all'attacco. Sono stati valorizzati i fattori promoventi l'allattamento al seno materno, come il legame (Bonding) che si instaura tra madre e bambino grazie al contatto pelle a pelle effettuato precocemente in sala parto e continuato in rooming-in durante il resto della degenza in ospedale. Grande attenzione è stata riservata al ruolo ormonale ed al variare della loro composizione nei giorni dopo il parto. I lavori pomeridiani sono stati interamente dedicati al neonato pretermine ed alle sue problematiche, all'utilità del latte materno in questa delicata categoria di neonati ed a tutte le strategie da mettere in atto per proteggerlo e promuoverlo.  È stata valorizzata l'importanza della  kangaroo mother care (attività che l'UOC di neonatologia e TIN pratica da lungo tempo) e la zero separation dai genitori con l'apertura del reparto H24. 

Verso tutte  queste attività, promosse dalla Società Italiana di Neonatologia, dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dall'UNICEF, bisogna essere aperti e divulgarle su tutto il territorio Calabrese in modo uniforme e capillare. "Questo è un dovere istituzionale - afferma la dott.ssa Mondello - che in qualità di Presidente regionale della Società Italiana di Neonatologia ho verso tutti i bambini calabresi  e le loro famiglie".